Nietzsche

Intorno a una grandezza solitaria

non volano gli uccelli, né quei vaghi

gli fanno, accanto, il nido. altro non odi

che il silenzio, non vedi altro che l’aria“.

(U. Saba, Canzoniere, Uccelli 1948)

E’ mio il piacere stamani di mettere vicino due spiriti grandi, in un un tempo in cui la riflessione e la contemplazione perlopiù lasciano il posto alla maleducazione e alla banalità, alla sciatteria e alla superficialità del dire e del pensare, che è come un non-pensare, ovvero, poiché è pensabile anche ciò che è brutto e stupido (nulla è, infatti, impensabile, altra espressione orrida di questi tempi. Horribile dictu!), è, appunto, un pensare male e un pensare il male.